2.28.2012

Yes we like... Giorgio Brambilla

TESTO IN ITALIANO SOTTO
He was in Calpe, then he got a 4th in GP Costa degli Etruschi. I already presented you Eugenio Alafaci and here you meet the other Italian rider from Leopard Trek. 
Hi Giorgio, introduce yourself: When were you born? and where?
Lecco, 19/09/88
Your height and weight?
187Cm, 80kg
When did you start cycling?
A started in
1997 when I was 9 yo.
For wich teams did you race till now? and wich is your actual team?
U.C. Costamasnaga fino al 2004
U.S. Biassono fino al 2006
U.C. Bergamasca 1902 fino al 2009
De Rosa - stac plastic nel 2010
De Rosa flaminia nel 2011
Leopard Trek
Wich were your best results and the more important races you took part in? 
I took part in Paris-Roubaix three times: finished 5th in my second year as a Junior, 2nd in my second year as an U23 and 3th the next one.
So Eugenio, how are you?
It's a positive period, even not talking about my result in GP Etruschi (4th) and considering I arrived there without pedaling on the roaf for almost two weeks because of the snow!
Tell us about your new team: you are all very young and from different countries....
I feel really good in the team. I immediately got in tune with Adriano Baffi and my new mates. Nine of them just became pros and I have to be the 'old one' of the group even if I'm only 23.
First race, great result: how did it go in that GP Costa dei Pinguini (of Penguins)... ehm! degli Etruschi?
GP dei Pinguini went all right also because of the work of my team that protected me from the wind and kept me in the first positions till the last km: from there I sorted it out by myself.
Does it make sense to race in such conditions? How do you face a race with the snow beside the road?
I don't like those conditions but they don't stop me. I noticed many collegues suffer much more then me because of them so cold weather is welcome! In low temperatures and rain I almost always did good performances. It makes sense to race in those conditions because we do a strong men sport and we must be so.
Season 2011: are you happy with your results?
No given I constantly had healty problems: I just raced 25 days.
Which was your best day in 2011?
I don't know ... They have been so few...
...and the worst?
When I crashed in Tour of San Luis.
Which are your goals for the next season?
To win, it doesn't matter where and how.
In Italy guys become profesional riders later then in other countries. That aims to protect the development of youths avoiding to 'burn' them in too hard experiences. In that way thought Italian young talents are often late with regard to peers and often lost their way. What's your opinion?
The problem in Italy is that we have some strong amateurs teams and no young riders continental teams so it's impossible to gain experience amongh the pros apart that as a stagiaire. That's a big limit our Federation puts forcing continental teams to pay minimum wage salaries like profesional teams. That only happens in Italy.
Back to you: which is your best quality?
Professionalism.
...and the worst?
The appetite.
And which is your dream race?
Paris-Roubaix
Which is the racer you like more in the history of cycling? And now?
Gino Bartali and now Boonen
How did you start racing?
Because of my grandfather Arcangelo and my first team: UC Costamasnaga.
Family and friends are important for you?
Basic.
Which studies did you do or are doing?
Liceo scientifico (Scientific college) and I'm going to get soon a degree in e mi laurerò in scienze motorie e dello sport (university school of motor sciences and sport).
Ok. We want know you better! what do you like to do in your spare time?
I read, elaborate at my pc and spend time with my friends.
What is your favourite music?
Almost all, it depends on the moment of the day. When I'm on my bike Minimal and Trance.
And your favourite movie?
"Forrest Gump"
.. favourite book?
"Ecce Homo": how we become what we are. By F. Nietzsche.
Wow good! I'm a philosopher so apreciate it a lot! :) Your favourite country?
Germany
Your favourite food?
Linguine allo scoglio (It's pasta with seafood)
Finally: this blog is especially dedicated to Andy Schleck. You trained together and shared the team camp: tell us your impressions.
I didn't talk that much with the First Team "bigs", I didn't want to be annoying. Anyway Andy looks an easygoing guy and I'd like to know him better.
Thank you very much, Giorgio. Good luck and see you soon on the road!
La foto ufficiale sul sito della LT

ITALIANO
Era a Calpe, ha ottenuto un bel 4°  al GP Costa degli Etruschi.Vi ho già presentato Eugenio Alafaci, adesso facciamo conoscenza con l'altro Italiano della Leopard Trek.
Ciao Giorgio, presentati:
Quando sei nato? E dove?
Nato a Lecco il 19/09/88
Altezza e peso
alto 187cm per 80kg
Quando hai cominciato a correre in bici?
Ho iniziato a correre nel 1997 all'età di 9 anni
Per quali squadre hai corso fin'ora e qual'è la tua squadra attuale?
U.C. Costamasnaga fino al 2004
U.S. Biassono fino al 2006
U.C. Bergamasca 1902 fino al 2009
De Rosa - stac plastic nel 2010
De Rosa flaminia nel 2011
Leopard Trek
Quali sono i tuoi risultati migliori e le corse più importanti cui hai partecipato?
Un 5°, 2° e 3° alla Paris-Roubaix rispettivamente da secondo anno jun da secondo under e da terzo under su 3 partecipazioni totali.
Allora Giorgio, come stai?
Quello attuale è un periodo positivo al di la del risultato al GP Etruschi anche se sono arrivato all'appuntamento senza pedalare su strada praticamente per due settimane causa influenza e neve!  
Raccontaci qualcosa della tua nuova squadra: siete tutti molto giovani e di tanti paesi diversi....
Nella squadra mi trovo davvero molto bene. Sono entrato subito in sintonia con Adriano Baffi e con i miei nuovi compagni. 9 di loro sono neoprofessionisti e io all'età di 23 anni sono chiamato ad essere il "vecchio" della situazione.
Prima corsa, ottimo risultato: come e` andata a questo GP Costa dei Pinguini... ehm! degli Etruschi?
Al GP dei Pinguini è andata bene grazie anche al lavoro della squadra che mi ha tenuto al riparo dal vento e mi ha tenuto nelle prime posizioni fino all'ultimo km. da li me la ono sbrigata da solo.
Ha senso correre in queste condizioni? Come si affronta una corsa con la neve a bordo strada?
Queste condizioni non mi piacciono molto ma neanche mi frenano particolarmente. Ho notato che molti miei colleghi le soffrono molto più di me quindi ben venga il freddo! in effetti con le basse temperature e la pioggia sono quasi sempre riuscito ad ottenere buone performance. Ha senso correre in queste condizioni perchè facciamo uno sport da duri e quindi siamo tenuti ad esserlo.
Stagione 2011: sei soddisfatto dei tuoi risultati?
Poco visti i continui problemi fisici (ho preso parte solo a 25 giorni di corsa).
Qual è stato il tuo giorno migliore nel 2011?
Non saprei... ce ne sono stati pochi
 ...e il peggiore?
Quando sono caduto al giro di San Luis a Gennaio.
Quali sono i tuoi obiettivi per la stagione 2012?
Vincere, non importa dove e come.
In Italia si passa professionisti più tardi che in molti altri paesi. L'idea è di tutelare lo sviluppo dell'adolescente e non bruciarlo in esperienze troppo impegnative, così però i giovani talenti italiani arrivano spesso in ritardo rispetto ai coetanei e spesso si perdono per strada. Che ne pensi?
Il problema italiano è che abbiamo delle forti squadre dilettantistiche e nessuna continental giovanile quindi diventa impossibile poter fare delle esperienze tra i pro tranne che come stagisti. questo è un grosso limite imposto dalla nostra federazione che obbliga a dare degli stipendi minimi da professional anche nelle continental (succede solo in Italia).
Torniamo a te: quanl'è la tua qualità migliore?
Professionalità
 ...e la peggiore?
L'appetito
Qual'è la corsa dei tuoi sogni?
Paris-Roubaix
Qual è il corridore che ti piace di più nella storia del ciclismo? E adesso?
Gino Bartali ed ora Boonen
Come hai cominciato a correre?
Grazie a mio nonno Arcangelo e alla mia prima squadra: l'UC Costamasnaga.
La famiglia e gli amici sono importanti per te?
Fondamentali
Che studi hai fatto o stai facendo?
Liceo scientifico e mi laurerò in Scienze Motorie e dello Sport a breve.
Ok. Vogliamo conoscerti meglio! Cosa fai nel tempo libero?
Leggo, elaboro computer e sto con gli amici
Qual'è la tua musica preferita?
Quasi tutta, dipende dal momento della giornata. In bici Minimal e Trance.
Film preferito?
"Forrest Gump"
Libro preferito?
"Ecce Homo" Come si diventa ciò che si è di F.Nietzsche
Wow! bello! Io sono una filosofa quindi apprezzo molto! :) Paese preferito?
Germania
Cibo preferito?
Linguine allo scoglio
Infine: questo blog è dedicato in particolare a Andy Schleck. Vi siete allenati insieme e avete condiviso il ritiro: raccontaci le tue impressioni.
Non ho parlato molto con i "big" della prima squadra, non volevo dare fastidio comunque Andy mi sembra un ragazzo alla mano e mi piacerebbe conoscerlo meglio.
Grazie Giorgio. Buona fortuna e ci vediamo alle corse!

No comments: