5.14.2014

Giro d'Italia: Dario Cataldo about stage 4

Dario Cataldo
Dario Cataldo put that on his fb page as public so I think it's fine for me too share because I agree with him and want to show my full support to riders unfairly accused by people dry and warm on their armchair.
I'm not a riders so I respect their decisions, I adsume they know better and in general think that safety is the most important.
About the 'show': cycling is still a SPORT, not a show. Remember please!


"Today the first drops of rain came just when we put our nose out the bus. Just after the start you could see riders  sliping in the curves even going very slowly. It was impossible to afford those stretch of the route at an higher pace. 
The route gets dry, we go on keeping a steady pace till the circuit. The news comes that commissairs will neutralise the times at the last lap and we start pulling. We sigh with relief. 
The true racing starts. After a few drops of rain at the 3rd laps we slow down again. As soon as the road gets dry the pace increase authomaticly. GC riders keep their position till the bell ring (and we were NOT going slowly)  letting a free way to sprinters who can so engage the finish without the  obstacle of gc riders sprinting just to not lose seconds in echelons or fells. 
The Pink Jersey after the finish :P
In spite of all sprinters have got decimated because of the rain, the race has lasted 2h and 22' (tell me now if we went as slow as somebody wants to make you believe) and going to the finish I see all the riders getting back on foot after the crashes. Sum up a bad day! But wisedom of riders and race director Mauro Vegni damages have been limited, showing respect for our safety as far as possible.
Then I get on the bus and what I see?! (RAI commentator) Beppe Conti talking bullshit at Processo alla tappa, saying we must have done a more aggressive racing from km o to the finish because fell and crash are a part of cycling and show.... WTF!?... how can you avoid a killing instict?! I wonder: but would he talk like that if his son was racing there?!  Easy to talk from there and to make useless, negative remarks.  They they complain if GC riders crash in the first stages, have to quit and there are no riders making the show in the last week.
Son people's hypocrisy and reckless moralism have no limits!!!!"

"Oggi le prime gocce di pioggia sono cadute proprio quando abbiamo messo il naso fuori dal bus per la firma. Appena partiti si vedevano corridori scivolare nelle curve anche percorrendole a passo di lumaca. Impossibile affrontare quei tratti a ritmo più elevato. La strada si asciuga, continuiamo ad un ritmo costante fino al circuito, arriva la notizia dai giudici che avrebbero neutralizzato i tempi dell'ultimo giro e si inizia a tirare Un sosopito di sollievo. Inizia la corsa vera, dopo qualche goccia al terzo giro si rallenta di nuovo. Non appena la strada torna praticabile si rialza automaticamente il ritmo. Gli uomini di classifica mantengono le posizioni fino al suono della campana (e non si andava a spasso) lasciando poi via libera ai velocisti che avrebbero potuto così affrontare il finale senza l'ostacolo di uomini di classifica che sarebbero stati lì solo per non perdere secondi per eventuali buchi o cadute. Nonostante tutto la pioggia ha decimato i velocisti e la corsa si è conclusa in 2h e 22 minuti (fate voi il calcolo e ditemi se siamo andati a piedi come vogliono far credere) è andando all'arrivo vedo tutti i corridori che si stavano rialzando da terra dopo le cadute. Una giornataccia insomma! Ma grazie al buonsenso dei corridori e di Mauro Vegni si sono limitati i danni, rispettando la nostra sicurezza per quanto possibile. Poi entro nel bus e cosa vedo???? Beppe Conti che sparla al processo alla tappa dicendo che doveva essere fatta la corsa con scatti e contro scatti dal primo all'ultimo km, perché le cadute fanno parte del ciclismo e dello spettacolo. .....ma dico io, come fa a non venirti un istinto omicida??? Mi chiedo, ma se suo figlio fosse lì a correre, direbbe la stessa cosa??? Facile parlare e sputare critiche inutili e negative da lì. Poi si lamentano se corridori di classifica cadono nelle prime tappe, sono costretti al ritiro e non ci sono corridori che facciano spettacolo nell'ultima settimana.
L'ipocrisia e il moralismo incosciente di certe persone non ha limiti!!!!"

No comments: